Come collegare 3 monitor al PC

come si collegano 3 monitor al pc

Una volta, l’utilizzo di due o più monitor era un lusso che potevano permettersi solo quelle persone che disponevano di un budget elevato. Ai giorni nostri, i grandi monitor in HD sono diventati alla portata di tutti e le schede grafiche sono più potenti che mai. Se ti è sempre piaciuto giocare o lavorare su un PC a 3 monitor, in questa guida spieghiamo come collegare 3 monitor al PC.

Immagina di: avviare il tuo gioco preferito e vederlo su 3 monitor, che sia un MMO, FPS, gioco di corse o di strategia, avrai una visione più ampia del campo di gioco. Ancora meglio se il tuo computer è di recente acquisto o costruzione perchè probabilmente la tua scheda video potrebbe già supportare 3 monitor. Naturalmente, giocare con tre schermi richiede anche una notevole potenza grafica, quindi anche se la tua scheda supporta tre pannelli, giocarci è un’altra storia.

Prima di andare a collegare tutto, hai bisogno di fare alcuni compiti. Ora vediamo passo dopo passo, cosa devi sapere per impostare tutto.

Assicurati che i giochi a cui vuoi giocare supportino 3 monitor

collegare 3 monitor al pc

Prima di fare qualsiasi cosa e soprattutto prima di iniziare a spendere soldi, scopri se i tuoi giochi preferiti supportano la modalità di gioco a tre monitor. Alcuni giochi la supportano, mentre altri useranno il tuo display principale e ignoreranno gli altri due. Titoli come Battlefield 4Borderlands 2 e Borderlands: The Pre-SequelGRID AutosportElite: Dangerous, supportano tre monitor ma necessitano di una piccola configurazione.

C’è un sito che dispone di un Database, dove sono elencati tutti i giochi che supportano la modalità di gioco multi-schermo. Anche se il tuo gioco preferito non è nella lista, non significa che non funzionerà. La lista contiene solo giochi “verificati”, quindi giochi appena usciti potrebbero non essere nella lista in quanto non ancora testati.

Assicurati che la tua scheda grafica possa supportare 3 monitor

collegare 3 monitor al pc gpu

Prima di uscire ed andare a comprare un altro display, controlla che la tua scheda grafica supporti 3 monitor. Per farlo è semplice: basta guardare il retro del computer e vedere quante uscite video ha la tua scheda grafica. Se negli ultimi quattro o cinque anni hai acquistato una scheda video di livello medio-alto, sicuramente la tua scheda avrà una o più di queste porte: DVI, DisplayPort e HDMI. Sei fortunato se disponi di almeno 3 uscite video (o una DisplayPort 1.2).

Se invece disponi di solo due uscite, non tutto è perduto, perchè molte schede video supportano il Multi-Schermo anche con una singola uscita video grazie all’utilizzo di uno splitter video. Funzionerà per l’uso quotidiano, ma probabilmente non per i giochi. Per esserne sicuro, consulta la documentazione della tua scheda video prima acquistare uno splitter.

Anche mixare le uscite della tua scheda video può essere complicato. Alcune schede video funzionano con qualsiasi combinazione di connessioni ma altre richiedono l’utilizzo di porte specifiche. Ad esempio alcune schede supportano adattatori “passivi”, il che significa che è possibile collegare un dongle per convertire una porta DVI in una DisplayPort. Altre schede richiedono adattatori “attivi”, il che significa che è necessario fornire una fonte di alimentazione aggiuntiva prima di poter collegare la porta DVI della scheda all’ingresso DisplayPort di uno schermo. La cosa migliore è cercare sul web (ad esempio nome e modello della scheda video seguito dalla voce “3 monitor” o “attivo” e “passivo”) per vedere se altre persone che hanno la tua stessa scheda video sono riuscite nella configurazione a triplo monitor. Se vedi che non riesci a trovare nulla online, probabilmente è il caso di pensare all’acquisto di una scheda video.

AMD con la tecnologia Eyefinity è stata la prima a lanciare sul mercato schede in grado di avviare giochi con configurazioni a triplo schermo. Quando funziona, funziona davvero bene. Distribuisce molto bene le immagini sui 3 monitor ed offre opzioni per compensare la larghezza della cornice del display e da la possibilità di settare risoluzioni diverse. NVIDIA, per non essere da meno, dispone di NVIDIA Surround per videogiochi multi-monitor, che supporta fino a cinque schermi e anche risoluzioni 4K (su schede di fascia alta, ovviamente).

Se esegui l’upgrade, sarai felice di sapere che tutte le schede di questa generazione generalmente supportano tre (o più) display. Tutte le GPU AMD supportano Eyefinity, e qui puoi trovare una lista di adattatori compatibili con Eyefinity. Per quanto riguarda NVIDIA qui trovi un elenco di GPU che supportano Surround in modo da essere sicuri che la tua scheda grafica preferita funzioni nel modo che preferisci.

Tuttavia, prima di fare acquisti, effettua una piccola ricerca online per vedere se la scheda video che vuoi comprare funziona bene con i giochi che vuoi giocare in multi schermo. Alcune schede per funzionare potrebbero richiedere i splitter di cui parlavo poco fa, quindi fare qualche ricerca ti assicura di avere tutto a portata di mano quando dovrai collegare 3 monitor al PC. Se non ti informi bene, rischi di arrivare al giorno della configurazione senza tutti i componenti necessari.

Vedi anche: Come cambiare scheda grafica al PC

Assicurarsi che tutti i display possano essere collegati alla scheda grafica

collegare 3 monitor al pc di casa

Il prossimo passo è assicurarsi che tutti i display possano connettersi alla stessa scheda grafica. Per esempio ci sono schede che hanno solo uscite HDMI quindi dovrai acquistare monitor con ingresso video HDMI. Altre schede invece possono avere più tipi di uscite video come  ad esempio DVI, DisplayPort e HDMI, quindi assicurati che i monitor abbiamo questo tipo di attacchi, altrimenti non potrai collegarli alla scheda video.

Se hai già una scheda grafica e stai acquistando i display, puoi semplicemente vedere come altre persone hanno configurato tre monitor con la tua scheda e assicurati di avere schermi con la giusta combinazione di porte (preferibilmente tre dello stesso tipo). Invece se hai già i display e stai acquistando la scheda video, puoi semplicemente acquistare in base alle opzioni di input che hai sui display. Se hai già entrambi, potresti acquistare degli adattatori e sperare che funzioni. Per lo meno, sarai in grado di lavorare con tre schermi, ma i tuoi giochi potrebbero essere limitati a uno o due schermi.

Abilita tutti e tre i monitor in Windows

eyefinity collegare 3 monitor al pc

Una volta che hai la scheda giusta e gli schermi giusti, sei a cavallo. Se i tuoi schermi sono collegati e sono tutti supportati dalle porte in cui li hai collegati, Windows li riconoscerà automaticamente. Con fortuna, funzioneranno tutti automaticamente. In caso contrario, potrebbe essere necessario forzare la scheda grafica per rilevare o abilitare uno di essi. Fai clic con il tasto destro in qualsiasi punto del desktop, quindi seleziona “Risoluzione schermo”. Vedrai tutti i display collegati al tuo computer, insieme alla loro posizione rispetto al display principale.

Se manca uno di questi, prova a fare clic su “Rileva” per assicurarti che Windows li veda tutti. Se è disattivato, potrebbe esserci un problema con la connessione, oppure la risoluzione dello schermo che si sta tentando di eseguire sul display potrebbe essere troppo alta. Prova ad abbassare la risoluzione su quel display per vedere se inizia a funzionare. Allo stesso modo, assicurati che “Schermi Multipli” nel pannello di controllo della risoluzione dello schermo sia impostato su “Estendi questi display”. Potrebbe essere necessario trascinare la loro posizione nel pannello di controllo per assicurarsi che il layout del desktop corrisponda a quello in cui i monitor sono posizionati fisicamente sulla scrivania. Una volta che hai impostato tutto e tutti e tre i display sono in esecuzione, fai clic su Applica e OK. In questa fase, i tuoi display sono tutti impostati per il lavoro quotidiano.

Raggruppa i tuoi schermi e prepara i tuoi giochi

Ora che tutti e tre i display funzionano e sono collegati al tuo PC, dobbiamo configurarli per i giochi a tre monitor. Ecco cosa devi fare:

  1. Prima di ogni altra cosa, aggiorna i driver della tua scheda grafica. Vai alla pagina di download dei driver di AMD o alla pagina di download dei driver di NVIDIA e ottieni i driver più recenti per la tua scheda.
  2. Installa i driver e riavvia il sistema. Una volta riavviato, avvia il software del driver della scheda grafica (NVIDIA Control Panel o Catalyst Control Center di AMD).
  3. Successivamente, configureremo i display per i giochi a più pannelli. I proprietari di AMD devono creare un “Eyefinity Display Group”, che indica alla tua scheda grafica quale display è quello principale (e dovrebbe servire come centro del tuo campo visivo in un gioco) e quali sono i laterali. I possessori di NVIDIA possono fare clic su “Configura Surround, PhysX” per fare la stessa cosa. Entrambi i pannelli di controllo ti permetteranno anche di correggere lo spessore delle cornici dei display, spostare i display, modificare le risoluzioni dello schermo mentre giochi e così via.
  4. Dopo aver configurato i gruppi di visualizzazione, attiva uno dei tuoi titoli preferiti. Dovrai accedere alle impostazioni video del gioco e modificare la risoluzione del gioco in modo che corrisponda alla risoluzione totale dei display combinati (ad esempio, tre schermi con 1920 x 1200 px saranno 5760 x 1200 pixel).
  5. Successivamente, se il tuo gioco ti consente di cambiare campo di vista, dovrai anche estenderlo per ottenere più del gioco nella tua visione periferica. Sperimenta con valori diversi. Alcuni giochi iniziano a circa 45 gradi davanti per un singolo display, e alcuni ti consentono di andare fino a 75 gradi o 90 gradi. Potresti andare più in alto possibile, ma potresti finire con oggetti distorti e dall’aspetto grasso. Gioca e scopri quale opzione è la migliore per il gioco che stai giocando.

Anche se non ci sono impostazioni per FOV (misura nel capo visivo) nelle opzioni video del tuo gioco, potresti essere in grado di modificare manualmente i file di configurazione del gioco. Ogni gioco è diverso, quindi fai un piccola ricerca (come ad esempio il nome del tuo gioco e “FOV”) per vedere cosa puoi fare. Ad ogni modo, a questo punto, il tuo gioco preferito dovrebbe essere attivo e distribuito su tre schermi, con lo stesso aspetto che desideri.

Non scoraggiarti se tutto questo sembra complicato, in realtà una volta che hai tutte le parti giuste e sai che vanno bene insieme, è semplice e veloce. Le configurazioni a schermo triplo sono facili da configurare, ma a volte possono risultare difficili, soprattutto perché ci sono molti punti dove è facile sbagliare. Potresti imbatterti in una scheda grafica che non supporta dimensioni o risoluzioni dello schermo diverse, o un gioco che non copre tutti e tre i display, o un driver rotto che causa sfarfallamenti pazzi in un gioco specifico, e così via. I pezzi si incastrano abbastanza facilmente, ma il diavolo è sempre nei paraggi.

Una volta risolti i problemi, il resto è una pacchia. Giocare su tre schermi – specialmente quando il gioco a cui stai giocando supporta il multi-schermo, è molto divertente. Una volta iniziato, è difficile tornare indietro. Se disponi del budget, dello spazio sulla scrivania e del tempo necessario per impostare tutto, è un ottimo modo per aggiornare la tua esperienza di gioco su PC.

CONDIVIDI
Loading...