Home Computer Come collegare un Monitor al portatile

Come collegare un Monitor al portatile

L'aggiunta di un secondo schermo al PC o al laptop ti offre più spazio per il multitasking o solo uno schermo più grande su cui lavorare. Ecco come collegare un monitor al portatile.

Ci stai provando in tutti i modi ma ancora non riesci a capire come collegare un Monitor al portatile? Bene, perché sei capitato su oralosai.it, dove troverai la soluzione al tuo problema! Infatti, nelle righe successive ti mostreremo come collegare un monitor esterno ad un computer portatile, in pochi e semplici passaggi.

Collegare un monitor esterno al portatile offre più spazio per il multitasking: navigare sul web, controllare le mail, guardare video e molto altro ancora. Questa è un operazione molto semplice, poiché tutti i moderni portatili dispongono almeno di una porta HDMI, VGA, DVI o DisplayPort che può essere utilizzata per collegare un monitor esterno. Anche se è possibile collegare monitor con porte differenti, la soluzione più semplice è scegliere un monitor che abbia una porta identica a quella del portatile. Dopodiché bisognerà configurare Windows per utilizzare entrambi gli schermi.

Detto ciò, mettiti comodo e prenditi qualche minuto di tempo libero per leggere la nostra guida e scoprire come risolvere il tuo problema. Siamo convinti che, rimarrai piacevolmente sorpreso dalla semplicità dei passaggi illustrati e che, in caso di necessità, sarai in grado di spiegarlo al tuo amico o collega bisognoso di aiuto.

Come collegare un Monitor al portatile

Il primo passo da compiere per collegare un monitor al portatile, è cercare la porta HDMI, VGA, DVI o DisplayPort sul tuo notebook e assicurati di avere un cavo per effettuare il collegamento al monitor. Ecco cosa devi cercare!

Collegare Monitor al Portatile

I portatili più recenti potrebbero avere solo una porta USB-C. Questo è lo stesso connettore fisico che troverai sulla maggior parte dei nuovi smartphone Android. È reversibile e puoi acquistare un cavo da USB-C a HDMI o da USB-C a DisplayPort, a seconda di quale di questi ingressi ha il tuo schermo esterno.

Una volta collegato il cavo, il tuo portatile dovrebbe riconoscere il Monitor in automatico, altrimenti dovrai impostarlo manualmente da windows. Ora fai clic su Start, Impostazioni e Sistema. Qui troverai il menu Schermo, dove potrai modificare le impostazioni riguardanti l’orientamento dello schermo, la risoluzione, luminosità e molto altro ancora.

Impostazioni Monitor Esterno Windows

Come duplicare o estendere il desktop di Windows su due monitor

Ora che sai come collegare un monitor al portatile, vorresti capire come configurare al meglio i due schermi. Sempre nella pagina Schermo, hai diverse opzioni che ti permettono di scegliere cosa visualizzare su ciascuna delle due schermate.

Duplica: il secondo monitor rispecchia ciò che è sullo schermo del tuo portatile.
Estendi: il desktop di Windows è distribuito sui due monitor.
Mostra solo su 1 o 2: scegliendo questa opzione, verrà utilizzato solo uno dei display (clicca sul tasto Identifica per vedere quale schermo stai usando).

Un altro metodo per passare da una modalità all’altra è cercare il tasto funzione nella prima riga della tastiera del tuo portatile, raffigurante due monitor. Premendo quindi il tasto Fn e quel tasto funzione, dovresti riuscire a passare tra le varie configurazioni: solo il monitor del portatile, monitor + schermo esterno o solo schermo esterno.

duplicare o estendere il desktop di Windows su due monitor

Il consiglio che ci sentiamo di darti è di scegliere l’opzione “Estendi questi schermi” in modo da poter usare il monitor esterno come desktop separato, in cui eseguire un programma differente rispetto a quella visualizzata sullo schermo del portatile.

Quindi, individua la voce “Ridisponi gli schermi” e trascina il monitor 2 nella posizione in cui si trova sulla tua scrivania. Se il secondo monitor si trova alla sinistra del portatile, allora dovrai trascinare l’icona del monitor 2 a sinistra del monitor 1.

Nota: Se la risoluzione del monitor esterno è più grande di quella del portatile, l’icona del monitor 2 sarà più grande dell’icona raffigurante il monitor 1.

Un’altra cosa che puoi fare consiste nel trascinare l’icona del secondo monitor su o giù, in modo da allinearla ai bordi inferiori o superiori del monitor 1 e avere un’area di lavoro uguale in alto o in basso. Questa è una scelta personale, quindi scegli ciò che è meglio per le tue esigenze.

Ora verifica che la risoluzione degli schermi sia impostata sulla risoluzione nativa di ogni monitor: potresti dover controllare le specifiche di entrambi se non conosci i valori esatti.

Per schermi ad alta risoluzione come i monitor 4K, potresti dover aggiustare le impostazioni nella sezione “Ridimensionamento e layout” per modificare la dimensione dei testi, app e altri elementi, in modo che tutto il contenuto dello schermo sia facilmente leggibile. Le impostazioni tipiche vanno dal 150% al 250%, ma vedi cosa ti consiglia Windows, in quanto suggerirà il valore ottimale per lo schermo in questione. Stesso discorso per la risoluzione del monitor.

Impostazioni risoluzione due monitor windows

Una volta configurati tutti questi campi, clicca su Applica per riflettere tutte le modifiche apportate sul monitor collegato al tuo portatile. Adesso puoi utilizzare il secondo monitor come lo schermo del portatile, posizionandoci le icone delle App, avviare programmi e tanto altro ancora.

Questo è quanto, ora sai come collegare un monitor al portatile! Se la guida ti è piaciuta, vedi anche: come ruotare lo schermo del PC e come registrare lo schermo del PC.

ARTICOLI CORRENALI

ARTICOLI CORRENALI